Nuove dipendenze – Le Internet Addiction (parte 1)

Nuove dipendenze  – Le Internet Addiction (parte 1)

Nuove dipendenze – Le Internet Addiction (parte 1)

A che gioco giochiamo??

La dipendenza da internet, Internet Addiction

Le nuove dipendenze comprendono tutte quelle nuove forme di dipendenza in cui non è in gioco alcuna sostanza chimica. Infatti l’oggetto della dipendenza è un comportamento lecito e socialmente accettato e per ciò molto pericoloso in quanto “invisibile”.

La dipendenza da internet è data da diverse new addictions quali: il gioco d’azzardo (gabling), lo shopping compulsivo online, il cyber sex o pornografia, l’ information overloading o dipendenza da lavoro.

Questo tipo di attività, per la maggior parte delle persone, sono parte integrante della loro quotidianità; è evidente però che per alcuni individui è più difficile mantenere un adeguato equilibrio vicinanza/distanza nell’uso dell’oggetto “net” per cui, tali soggetti, possono arrivare a sviluppare comportamenti caratterizzati da caratteristiche patologiche più o meno profonde.

Quanto detto è tanto più vero quanto più si considera come internet, o più genericamente le nuove tecnologie, hanno preso piede nella vita di ciascuno di noi, rinforzate dalla necessità di essere sempre presenti, sempre informati e sempre immediatamente gratificati nelle nostre attività quotidiane, ed al contempo nella necessità di SOFFOCARE la noia, lo stress, il vuoto che inevitabilmente appartiene alla vita di ognuno e che la società odierna amplifica in modo disfunzionale.

Naturalmente è fondamentale sottolineare che le nuove tecnologie sono assolutamente utili ed apportino un contributo certamente positivo alla nostra vita sociale in quanto sono considerate strumenti di facilitazione della comunicazione, di svago, di socializzazione, di lavoro. D’altro canto però non possiamo negare che per alcuni individui esse hanno assunto il significato e il ruolo “salvifico” di mondo parallelo, di “realtà virtuale” in cui poter nascondersi dietro la dimensione speciale dell’anonimato. E’ proprio rispetto a questo livello che si evidenzia quanto sia complessa la realtà del “net” e come questa possa facilmente diventare oggetto di dipendenza in grado di celare problematiche profonde e silenti sia relazionali che individuali.

Prima di addentrarmi ad esaminare singolarmente le diverse new addictions, credo sia importante sottolineare la differenza che esiste nella lingua inglese tra “dependence” e “additcion” che non troviamo nella lingua italiana.

Il termine “dependence” indica una dipendenza fisica e chimica, una condizione per cui l’organismo per mantenere un equilibrio necessita di una specifica sostanza.

Il termine “addiction” invece si riferisce esplicitamente alla dipendenza psicologica che spinge l’individuo alla ricerca dell’oggetto senza il quale altrimenti l’esistenza non avrebbe significato.

Nella nostra società ci troviamo sempre più nella condizione di incontrare persone “addicted” e non dipendenti, infatti come detto, le nuove tecnologie hanno tutte le carte in regola per dar luogo a comportamenti dipendenti.
Le new addictions rispondono ai bisogni impulsivi, di trasgressione, di non giudizio e di perfezione ricercati e richiesti dalla società odierna. Contemporaneamente dilatano la realtà quotidiana su “regni virtuali”, modificando la mente umana e le sue capacità sensoriali. Le psicopatologie inerenti le new addictions sono indicate con il nome di “ internet addiction disorder” e sono diagnosticate nel momento in cui vengono riscontrati criteri di:

  • tolleranza – per ottenere l’effetto desiderato bisogna aumentare progressivamente la quantità di attività a cui ci si espone;
  • astinenza – intesi come malesseri psichici e fisici che si manifestano quando s’interrompe o si riduce il comportamento o l’uso della sostanza;
  • conflitto – inteso sia come conflitto interpersonali tra il soggetto dipendente ( addicted) e coloro che gli sono vicini, sia come conflitto intrapersonale in ragione del proprio comportamento dipendente;
  • ricaduta – intesa come tendenza e necessità a ricominciare l’attività immediatamente dopo averla interrotta.

E’ evidente come i criteri delle internet addictions siano particolarmente corrispondenti ai criteri diagnostici inerenti l’abuso di sostanze. Di seguito propongo una comparazione tra le due patologie.

TABELLA COMPARATIVA TRA LA DIPENDENZA DA INTERNET ADDICTION DISORDER E DA SOSTANZE

DIPENDENZA DA SOSTANZE INTERNET ADDICTION DISORDER
PRESENZA MECCANISMO DI TOLLERENZA   > LA NECESSITA’ DI AUMENTARE IL DOSAGGIO DELLA SOSTANZA PER OTTENERE EFFETTI PSICOTROPI SPERIMENTATI E MANTENERLI NEL TEMPO BISOGNO DI TRASCORRERE SEMPRE PIU’ TEMPO IN RETE PER OTTENERE SODDISFAZIONE
MANIFESTAZIONE DEL FENOMENO DELL’ASTINENZA SVILUPPO, DOPO LA SOSPENSIONE O DIMINUZIONE DELL’USO DELLA RETE, D’AGITAZIONE PSICOMOTORIA, ANSIA, DEPRESSIONE, PENSIEWRI OSSESSIVI RISPETTO A COSA ACCADE ON-LINE, SINTOMI ASTINENZIALI
PROLUNGAMENTO DELL’USO DELLE SOSTANZE PSICOTROPE PER UN PERIODO MAGGIORE RISPETTO ALLE ASPETTATIVE PERSONALI NECESSITA’ DI ACCEDERE ALLA RETE SEMPRE PIU’ FREQUENTEMENTE O PER PERIODI SEMPRE PIU’ LUNGHI RISPETTO ALLE INTENZIONI INIZIALI
IMPIEGO DI MOLTO TEMPO ALLA RICERCA DELLA SOSTANZA, AL FARNE USO, E AL RIPRENDERSI DAGLI EFFETTI DA ESSA PROVOCATI DISPENDIO DI MOLTO TEMPO IN ATTIVITA’ COLLEGATE ALLA RETE
INCAPACITA’ A MANTENERE ATTIVITA’ LAVORATIVE, RICREATIVE CONTINUO USO DEL WEB NONOSTANTE LA CONSAPEVOLEZZA DEI PROBLEMI FISICI, PSICOLOGICI, LAVORATI, ECONOMICI, SOCIALI DERIVANTI DALLE RETE

 

Date tali evidenze non sarebbe il caso di dare alle dipendenze da internet il giusto peso quando le riscontriamo in qualcuno a noi vicino???

Vorrei ora considerare singolarmente le diverse modalità disfunzionali con le quali si fa uso delle nuove tecnologie per poi illustrare gli elementi psicopatologici che questi comportano nei singoli.

Related Posts

Lascia un commento

 

CONTATTI

TEL : (0039) 328.93.15.310
MAIL : mail@giorgiamanilla.it
X
Giorgia Manilla

PRENDI APPUNTAMENTO

Nome
Cognome
Giorno
Ora