DEPRESSIONE IN ADOLESCENZA

DEPRESSIONE IN ADOLESCENZA

DEPRESSIONE IN ADOLESCENZA

L’adolescenza è una fase del ciclo vitale in cui ciascun individuo, con tempi e modalità diverse, attraversa momenti di tristezza, di noia, di timidezza, di paura, di angoscia.
I cambiamenti di umore che caratterizzano l’adolescenza sono abbastanza frequenti e sono molti i ragazzi che presentano tratti depressivi piuttosto stabili, legati anche alla loro metamorfosi fisica e psicologica. D’altro canto quello dell’adolescente è un compito evolutivo tanto doveroso quanto doloroso: entrare progressivamente nell’età adulta comporta il forte sentimento di perdita e di rinuncia all’infanzia, quella fase di sviluppo magica dove si cresce al riparo dei genitori, e la presa d’atto che, d’ora in poi, si sarà esposti in prima persona alla vita.
Se questa condizione sembra essere un passaggio fisiologico nei processi di crescita di un ragazzo, è altrettanto vero che sono sempre maggiori forme sempre più strutturate sia di depressione che di tentativi di suicidio in adolescenza.
I giovani sarebbero anch’essi vittime di stati depressivi patologici, che possono manifestarsi nelle forme più svariate. La tristezza e la malinconia, insieme all’irritabilità sono sintomi comuni. L’adolescente può perdere interesse proprio in quelle attività da sempre preferite e ritirarsi progressivamente nel suo piccolo spazio privato. La bassa autostima è comune, così come i pensieri negativi su di sé e sul proprio futuro. Può sentirsi confuso, indeciso, senza energia per poter portare a compimento gli impegni quotidiani, e le sue prestazioni scolastiche e lavorative possono subire un calo improvviso. Sempre più spesso si sviluppano fobie, paure associate a specifiche situazioni come l’andare a scuola o al lavoro, per esempio. Man mano che la depressione si fa più acuta attraverso sentimenti di svalutazione e disperazione, si affacciano sempre più pensieri autodistruttivi: farsi del male e suicidarsi.
Negli adolescenti, come negli adulti, i sintomi della malattia possono essere latenti e coperte da altre condizioni che non sembrano avere nulla a che fare con il sentirsi giù di morale. Possono presentarsi sintomi come la perdita di concentrazione , irrequietezza o iperattività, insonnia, ansia fino a sintomi più importanti come l’abuso di alcohol e droga o disturbi alimentari.
Gli adolescenti depressi possono avere atteggiamenti di ostilità, di aggressività, di sfida alle regole e alle autorità cosi’ come comportamenti spericolati.
Si può ben intuire quanto sia difficile, per i genitori e talvolta per gli addetti ai lavori, comprendere e riconoscere il fenomeno depressivo, proprio perché molto simile a quelli che sono i compiti evolutivi a cui tutti i ragazzi vanno in contro in questa fascia d’età.
E’ importante sottolineare che, proprio perché ci troviamo di fronte ad una fase evolutiva plastica e flessibile, l’esordio di un episodio depressivo in adolescenza è piuttosto prevedibile e meno grave rispetto all’età adulta. Ciò poiché nel ragazzo può presentarsi comunque una spinta evolutiva verso altre mete e altri scenari esistenziali che favoriscono l’emergere di energie e risorse improvvise.

tratto da: “Storie di adolescenza. Esperienze di terapia famigliare”. Andolfi M., Mascellani A.
Raffaello Cortina Editore

Related Posts

Lascia un commento

 

CONTATTI

TEL : (0039) 328.93.15.310
MAIL : mail@giorgiamanilla.it
X
Giorgia Manilla

PRENDI APPUNTAMENTO

Nome
Cognome
Giorno
Ora